CORSO BLENDER

(Blender course english page) (Pagina curso Blender en Espanol)

Corso Pre Workshop di Blender in CORTONA (Arezzo)

  • Giovedì 30 e Venerdì 31 Luglio 2020 ore 9.00-13.00 e 14.30 – 18.30
  • Corso IN AULA _ presso il Castello del Girifalco, Cortona (Arezzo)
  • Docente Prof. Gianluca Vita
  • QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 180 euro + 20 euro iscrizione Associazione Culturale 18Architetture
  • Il corso si svolgerà in italiano \ ingelse \ spagnolo
  • Pagina iscrizione

Programma

Il corso Blender  è stato sviluppato da un’esperienza didattica di 15 anni presso il Politecnico di Milano e l’Accademia di Belle Arti di Brera dal Prof. Gianluca Vita ed è strutturato in modo tale che le tecniche e i concetti appresi possano essere trasferiti a qualsiasi altra grafica 3D e modellazione Software.

Il corso si svolge su computer di proprietà dei partecipanti. Blender, essendo Open Source è un programma molto leggero. Funziona con sistemi Mac, Windows e Linux, e gira senza problemi su qualsiasi computer anche non recente.

Il software Open Source è già una realtà consolidata e affidabile con la quale è possibile sostituire o implementare software “tradizionali”, consentendo a chi lo utilizza di ottenere elaborati grafici di alto livello e qualità senza la necessità di investimenti economici o seguire pratiche illecite.

L’open source è anche una filosofia di progetto che innova e mette in crisi i concetti tradizionali di proprietà intellettuale, stabilendo un processo economico innovativo con grandi prospettive. Sono programmi che possono venire aggiornati e sviluppati da tutti gli utenti. L’open source non significa “lavorare gratis” ma “guadagnare in modo diverso”.

Il software che i partecipanti apprenderanno è Blender, un software che consente di produrre rendering di straordinaria qualità. Affidabile e solido, con licenza open source e liberamente utilizzabile come professionista senza limiti di tempo o funzioni PER SEMPRE, su PC, Mac e Linux.
Il fatto che questo software sia open source è diventato un punto di forza per i giovani professionisti che iniziano la loro carriera con uno strumento potente, senza alcuna limitazione. Potrebbero usarlo per i loro progetti,
ma anche portare il loro “proprio” software negli studi dove saranno assunti senza alcun problema di licenza.

Può essere scaricato gratuitamente dal sito Web: WWW.BLENDER.ORG

Programma del corso di Blender
Progettato per coloro che non hanno esperienza di modellazione 3D e vogliono imparare uno strumento potente senza
compromessi. Il software Blender è Open Source e può essere utilizzato (senza pagare alcuna licenza: per sempre!) Anche per uso professionale su PC, Mac e sistemi Linux.

Introduzione al software e alla modellazione: il software Blender viene presentato e installato. L’interfaccia e i suoi principi operativi sono spiegati. Si va immediatamente alla manipolazione degli oggetti. L’obiettivo è quello di creare modelli tridimensionali accurati e veloci per creare oggetti direttamente all’interno di Blender o partendo da un file .dwg

Materiali e texture: agli oggetti modellati viene applicato uno “shader” (di solito chiamato “materiale”), che imita la reazione alla luce degli oggetti … È importante comprendere la natura dei materiali e il loro funzionamento per evitare perdere tempo in dettagli e complicazioni inutili e arrivare ad avere uno stile tutto loro. Puoi lavorare realisticamente o graficamente in base alle preferenze, alle situazioni e al risultato da ottenere

Luce e illuminazione: gli oggetti tridimensionali sono “messi in scena” con tecniche virtuali simili a quelle utilizzate dai fotografi nella realtà. Verrà creata una scena e le luci saranno posizionate imitando le situazioni interne o esterne, come accade nel cinema o in uno studio fotografico. Verrà insegnato a scegliere tra i diversi tipi di luci esistenti e le configurazioni standard per render interni ed esterni.

Fotocamera, fotografia e rendering: ottenere un buon rendering dipende in gran parte dalla scelta di una buona inquadratura. Si tratta di “scattare una foto” ma non è sufficiente sapere come farlo tecnicamente, devi anche sviluppare una certa sensibilità per il “taglio” della cornice e il linguaggio dell’immagine stessa. In questa classe spieghiamo alcune regole fondamentali per creare una buona cornice e ottenere il miglior rendering possibile.

Fotoritocco e postproduzione: quando il rendering è stato eseguito è sempre necessario intervenire per migliorarne l’aspetto e la capacità comunicativa. Questa operazione può essere eseguita all’interno di Blender o utilizzando un software di ritocco digitale come Gimp. È necessario imparare a guardare l’immagine in modo obiettivo e capire cosa può essere migliorato e come farlo. Alcune modifiche sono basate su modifiche oggettive, altre sulla sensibilità estetica di ciascuno. Studieremo e discuteremo dei diversi casi di comunicazione del progetto al fine di migliorare la nostra sensibilità all’immagine contemporanea e alle sue tendenze.